Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei social plugin.Per maggiori informazioni sul loro utilizzo leggi la nostra informativa.

Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile

movimento nonviolento

  • Il Movimento Nonviolento è in lutto. Oggi si è spento a Firenze Pietro Pinna, che – insieme ad Aldo Capitini – ne fu il fondatore

    Pietro Pinna, ricordato come il primo obiettore di coscienza "politico" italiano, ha speso la sua vita per la costruzione della nonviolenza organizzata nel nostro Paese.
    Pinna2Dopo gli anni di carcere militare a cui fu sottoposto per il suo rifiuto del servizio militare obbligatorio, si impegnò attivamente per il riconoscimento dell'obiezione di coscienza. Dopo la prima Marcia Perugia-Assisi divenne il più stretto collaboratote di Aldo Capitini, con il quale fondò nel 1962 il Movimento Nonviolento, assumendone la guida, e nel 1964 la rivista Azione nonviolenta, della quale è stato fino ad oggi direttore responsabile. Pietro Pinna – Piero, per tutti - ha avuto sempre chiaro che non si può sconfiggere la guerra senza eliminarne lo strumento che la rende possibile, gli eserciti. E in questo impegno per la nonviolenza specifica – fatto di disobbedienze civili, marce antimilitariste, azioni dirette nonviolente per il disarmo unilaterale - ha speso ogni momento del la sua esistenza, coerente e rigoroso soprattutto con se stesso, sempre aperto all'incontro con l' altro nella tensione e familiarità della ricerca della verità. Oggi, i giovani, che tanto a cuore stavano a Piero, che si affacciano all'esperienza del servizio civile, sanno – o dovrebbe sapere – che la loro esperienza di difesa civile non armata e nonviolenta è possibile soprattutto grazie all'impegno di una vita di Pietro Pinna.

    Ciao Piero.

    Il Movimento Nonviolento

    da www.azionenonviolenta.it

  • In onore di Pietro Pinna

    La CNESC si unisce al cordoglio del movimento italiano per l’obiezione di coscienza per la morte di Pietro Pinna e lo ricorda tra i suoi maestri.

    Ecco alcune immagini di Pietro Pinna scattate in occasione del convegno del 15-16 dicembre 2012 a Firenze “Avrei (ancora) un’obiezione!”

     PINNA 1  PINNA 2  PINNA 3  PINNA 4


     La trasmissione di Rai Radio 1 "Restate Scomodi", andata in onda ieri, ha ricordato Pietro Pinna con un contributo durante il quale è intervenuto Licio Palazzini, Presidente CNESC. 

    Clicca qui per riascoltare la trasmissione.

    Dal sito azionenonviolenta.it l'orazione funebre a Pietro Pinna, fatta dal Presidente del Movimento Nonviolento Mao Valpiana.

    Dal sito azionenonviolenta.it il ricordo di Pietro Pinna, una sua breve biografia e le iniziative a Firenze per salutarlo.