Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei social plugin.Per maggiori informazioni sul loro utilizzo leggi la nostra informativa.

Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile

COVID-19

  • Articolo da Avvenire del 11 aprile 2020

    Conte scrive ad "Avvenire". Questo difficile «passaggio» e la generosità che lo segna


    2020apr11LetteraConte minIl grazie del presidente del Consiglio al Papa, alla Chiesa italiana e al mondo della solidarietà

    Gentile direttore,

    le scrivo nei giorni più difficili che la nostra storia recente ricordi, nel pieno della Settimana Santa, preludio a una Pasqua che rimarrà scolpita per sempre nelle nostre vite.

    L’emergenza che stiamo vivendo – nei suoi risvolti sanitari, sociali ed economici – rappresenta una sfida epocale per ciascuno di noi. Ogni giorno questo dramma interpella le nostre coscienze, pone interrogativi profondi sul mistero della morte e della sofferenza, sul destino comune dell’uomo. Proprio nel momento nel quale le misure di distanziamento sociale ci allontanano fisicamente l’uno dall’altro, sperimentiamo, nella misura più intensa, la dimensione della comunione, nella consapevolezza – come ha ricordato il Papa – di trovarci tutti «sulla stessa barca».

     

     

  • Articolo da Avvenire del 9 aprile 2020

    Dopo l’appello Spadafora dice: altri 10 mila posti

     

    Avvenire 7 aprile 2020Dopo il documento della Cnesc, due importanti interventi sul SCU. La Cnesc si augura che nei decreti in preparazione ci siano gli atti concreti annunciati dal Ministro Spadafora nel suo positivo intervento.

     

    Il ministro per le Politiche giovanili risponde con un impegno chiaro e realistico all’appello rivolto al governo da parte di un folto
    gruppo di intellettuali e accademici, pubblicato da "Avvenire". Ma proprio
    questa fase, resa sconvolgente dalla pandemia, potrebbe indurre a un più forte salto di qualità.

  • Articolo da Huffingtonpost del 25 maggio 2020

    Assistenti civici, la risposta sbagliata ad un’esigenza giusta

    Huffpostdi Valeria Fedeli
    Nei prossimi giorni dovrebbe essere pubblicato il bando per reclutare 60mila “assistenti civici” che, coordinati dalla Protezione Civile, avrebbero il compito di “dare una mano” a far rispettare le regole durante la “Fase 2”. La proposta, annunciata dal ministro Boccia e dal presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, sta già sollevando molte polemiche. Al di là del merito e delle modalità che ne renderanno possibile la messa in atto, il mio timore è che si stia rischiando di dare la risposta sbagliata a un’esigenza giusta, ossia quella di sostenere le amministrazioni locali nel difficile e delicato compito di garantire la salute e la sicurezza pubbliche insieme al diritto alla socialità dopo un lungo periodo di isolamento.

  • Comunicato del 16 aprile 2020

    Cnesc: 9.500 Operatori volontari (su 11.500) in SCU hanno ripreso le attività presso gli Enti

    logo scuAlla scadenza del termine indicato dal Dipartimento del SCU, 23.000 operatori volontari saranno in attività. Di questi ben 9.500 (su quasi 11.500) sono in servizio presso le organizzazioni socie della Cnesc, rispondendo positivamente all’obiettivo fissato dalla Circolare del 4 Aprile 2020.
    A questi se ne devono sommare altri 500 che entreranno in servizio nei prossimi mesi.

  • EMERGENZA COVID-19

    CONDIVISIONE E SOSTEGNO ATTIVO ALLE INDICAZIONI DELLE CIRCOLARI EMANATE DAL DIPARTIMENTO SULL'IMPIEGO DEGLI OPERATORI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

    logo scuIn una situazione in evoluzione continua, condividiamo la circolare "Indicazioni agli enti di servizio civile in relazione all’impiego degli operatori volontari nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19" che il Dipartimento ha emanato l'8 marzo, ad integrazione di quella del 6 Marzo recante lo stesso titolo.
    Ne approviamo l’impianto culturale e operativo che riprende quanto avevamo anticipato il 3 marzo incontrando il Capo Dipartimento e la Direttrice dell’Ufficio per il Servizio Civile Universale.
    La tutela della salute degli operatori volontari e le misure di permesso straordinario per coprire i giorni di malattia o di coinvolgimento nei provvedimenti cautelativi stabiliti dalle norme sanitarie, sono nello stesso tempo, una priorità individuale e una misura di tutela della comunità, oltre che di rispetto delle leggi.

    Anche il fermo forzato di numerose attività ordinarie in cui erano impegnati gli operatori volontari, può costringere a ricorrere alla medesima misura.

  • Futuro del Servizio Civile Universale

    Concretizziamo il vasto consenso per lo sviluppo del SCU

     

    WhatsApp Image 2020 04 15 at 10.46.12Questo l'invito della Cnesc dopo che in questi ultimi giorni - anche a seguito della risposta del Servizio Civile all'attuale situazione di emergenza - si è attivato un costruttivo dibattito sul futuro del Servizio Civile Universale al quale hanno partecipato il Presidente del Consiglio Conte, il Ministro delegato Spadafora, numerosi intellettuali italiani, la Rappresentanza degli operatori volontarie tanti Enti di servizio civile. Tutti i partecipanti hanno espresso un concreto apprezzamento per questa istituzione.

  • Il futuro del Servizio Civile Universale

    Lettera dei Rappresentanti Nazionale degli Operatori Volontari in Servizio Civile

    rapp vol

     Di seguito la lettera che la Rappresentanza Nazionale degli Operatori Volontari in Servizio Civile ha inviato al Presidente del Consiglio dei Ministri ed al Ministro dello Sport e della Gioventù.

     11 aprile 2020

  • Il futuro del Servizio Civile Universale

    Scambio di comunicazioni fra la Cnesc ed il Ministro Spadafora

    spadaforaconsulta 500x375

    Di seguito il positivo scambio di lettera fra la Cnesc edi il Ministro dello Sport e della Gioventù Spadafora sul presente ed il futuro del Servizio Civile Universale.

  • Redattore Sociale: intervista a Titti Postiglione

    L’emergenza ci ha costretto a un cambio di paradigma importante

    RedattoreSocialeROMA - “L’emergenza che stiamo affrontando come sistema del Servizio Civile Universale (SCU) ci ha chiesto di cambiare approccio su molte cose. È un cambio di paradigma importante, di cui non potremo non tener conto per il futuro di questo istituto”. È quanto ci ha detto in una conversazione con “Redattore Sociale” Titti Postiglione, Direttrice dell’Ufficio per il Servizio Civile Universale all’interno del Dipartimento per le Politiche giovanili e il SCU, a ridosso del primo anniversario della sua nomina.

  • SCU ed emergenza da Covid 19

    Oltre 3 mila hanno risposto "Io continuo"

    Dopo i decreti che hanno visto la sospensione di quasi tutte le attività in Italia, anche molti progetti di servizio civile sono stati sospesi. Ai giovani che svolgevano servizio in enti che continuavano la loro attività è stata lasciata la facoltà di scegliere se continuare il servizio o rimanere a casa in permesso straordinario retribuito. Tanti giovani ins ervizio civile hanno scelto di continuare le attività.

© 2013 CNESC - Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile