Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei social plugin.Per maggiori informazioni sul loro utilizzo leggi la nostra informativa.

Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile

Fondi servizio civile

  • Appello della CNESC al Governo e al Parlamento

    NON TAGLIATE LE GAMBE AL SERVIZIO CIVILE


    spadaforaconsulta 500x375In occasione del confronto, pacato e costruttivo, che il Ministro Spadafora ha avuto con i componenti della Consulta Nazionale del Servizio Civile, sono state fornite le informazioni utili a capire le possibilità di attuazione della nuova Programmazione Triennale del Servizio Civile Universale, a cominciare dalle risorse economiche disponibili.
    Al momento, oltre ai residui dell'esercizio 2019, sono previsti (nella Legge di Bilancio all'esame del parlamento) 139 milioni di euro che permetteranno l'anno prossimo a circa 20.000 giovani di svolgere il servizio civile.
    Ancora una volta, come in passato, le sorti del Servizio Civile Universale dipendono dall'affannosa ricerca di fondi aggiuntivi in corso d'anno.

     

  • Appello della Comunità Papa Giovanni XXIII

    Il nuovo governo scelga di investire nei giovani

    Il servizio civile universale resta in sofferenza, 70 milioni esclusi dai finanziamenti

    APG23La Comunità Papa Giovanni XXIII rilancia l'appello della Conferenza Nazionale degli Enti per il Servizio Civile; 14.000 giovani in meno potranno scegliere di dedicare un anno al servizio del paese

    Il Governo Conte bis ha avuto nei giorni scorsi la fiducia alle Camere e si appresta a completare la squadra di governo con la nomina dei sottosegretari.
    Diverse le sfide che dovrà affrontare per rispondere alle attese e ai bisogni del Paese, tra le quali la programmazione finanziaria 2020 - 2022.
    Allora ci chiediamo, quale direzione sceglierà di prendere il nostro Governo?

  • Articolo da Avvenire del 11 aprile 2020

    Conte scrive ad "Avvenire". Questo difficile «passaggio» e la generosità che lo segna


    2020apr11LetteraConte minIl grazie del presidente del Consiglio al Papa, alla Chiesa italiana e al mondo della solidarietà

    Gentile direttore,

    le scrivo nei giorni più difficili che la nostra storia recente ricordi, nel pieno della Settimana Santa, preludio a una Pasqua che rimarrà scolpita per sempre nelle nostre vite.

    L’emergenza che stiamo vivendo – nei suoi risvolti sanitari, sociali ed economici – rappresenta una sfida epocale per ciascuno di noi. Ogni giorno questo dramma interpella le nostre coscienze, pone interrogativi profondi sul mistero della morte e della sofferenza, sul destino comune dell’uomo. Proprio nel momento nel quale le misure di distanziamento sociale ci allontanano fisicamente l’uno dall’altro, sperimentiamo, nella misura più intensa, la dimensione della comunione, nella consapevolezza – come ha ricordato il Papa – di trovarci tutti «sulla stessa barca».

     

     

  • Articolo da Avvenire del 15 maggio 2020

    Un Servizio Civile nuovo per questa stabile emergenza

    Avvenire Logo

    Gianni Pittella e Valeria Fedeli

    Caro direttore,
    dall’appello che il 7 aprile eminenti personalità della cultura e del sociale hanno lanciato in dialogo con lei dalle pagine di "Avvenire", è scaturito un dibattito di alto profilo sul contributo che un "nuovo" Servizio civile universale, ripensato in molti dei suoi caratteri, possa dare in un mondo in stabile emergenza, un ossimoro cui dovremo abituarci. L’emergenza sanitaria (e ambientale e sociale) sembra diventare un tratto identitario stabile che dovrebbe indurre una società democratica a rafforzare gli argini, non nel senso di chiusure nazionaliste e regressive ma nella direzione di un rafforzamento delle strutture di protezione e sostegno alle fasce più deboli della popolazione. Il «mutualismo civico» e il «vincolo solidale» di cui parla il presidente Conte intervenendo in questo dibattito sono esattamente i parametri costituzionali e valoriali entro cui si iscrive la difesa non armata e non violenta della patria che trova nel servizio civile la sua espressione principale e che oggi può assumere una rinnovata centralità nella costruzione di una forza di pace, di solidarietà e di sostegno alle marginalità.

  • Articolo da Avvenire del 23 maggio 2020

    Strumento di formazione civica, avvio al lavoro e integrazione del Welfare

    Per un Servizio Civile più forte e presto anche obbligatorio

    Avvenire Logo

    Ernesto Preziosi

    Caro direttore,
    la situazione creatasi con la pandemia ha fatto emergere, tra gli altri aspetti, la necessità di una presenza stabile per  intervenire in situazioni di bisogno. Può essere un’occasione per tornare a investire nel Servizio civile universale (Scu), nella prospettiva già avviata della riforma del 2016. Un modo per dedicarsi alle fasce più deboli della popolazione, affiancando una realtà giovanile alle strutture istituzionali e alle forme organizzate come la Protezione civile.

  • Articolo da Avvenire del 24 aprile 2020

    Servizio civile obbligatorio? Prima sia davvero universale

    Avvenire Logo

    Riportiamo l'intervento di Mao Valpiana e Francesco Vignarca pubblicato oggi su Avvenire sempre in merito al futuro del servizio civile in Italia.

    Il contributo di Movimento Nonviolento e Rete Disarmo al dibattito in corso sul Servizio civile

  • Articolo da Avvenire del 29 aprile 2020

    Servizio civile "in rete" (e non soltanto per i giovani)

    Avvenire Logo

    Riportiamo l'intervento di Felice Scalvini pubblicato oggi su Avvenire sempre in merito al futuro del servizio civile in Italia.

     

  • Articolo da Avvenire del 9 aprile 2020

    Dopo l’appello Spadafora dice: altri 10 mila posti

     

    Avvenire 7 aprile 2020Dopo il documento della Cnesc, due importanti interventi sul SCU. La Cnesc si augura che nei decreti in preparazione ci siano gli atti concreti annunciati dal Ministro Spadafora nel suo positivo intervento.

     

    Il ministro per le Politiche giovanili risponde con un impegno chiaro e realistico all’appello rivolto al governo da parte di un folto
    gruppo di intellettuali e accademici, pubblicato da "Avvenire". Ma proprio
    questa fase, resa sconvolgente dalla pandemia, potrebbe indurre a un più forte salto di qualità.

  • Articolo da Avvenire del 9 maggio 2020

    Servizio civile universale, un patrimonio da rilanciare

    Avvenire Logo

    di Luca Liverani

    Ripensare le scelte politiche per il dopo Covid-19. Sul fronte sanitario, per non dover rincorrere l’emergenza di strumenti e strutture insufficienti. Ma anche sul fronte sociale, per affrontare le ripercussioni economiche della pandemia. Mai come oggi, allora, si impone un rilancio del Servizio civile, strumento di educazione alla cittadinanza e ricucitura della coesione sociale. Come? Attuando, con stanziamenti adeguati, la riforma del 2017 che l’ha voluto "universale". E diffondendolo davvero tra i giovani: con alternanze scuola-servizio civile e premialità curriculari da spendere nel mondo del lavoro.

  • Articolo da Avvenire dell'8 maggio 2020

    Prendiamo sul serio l'appello dei 53

    Avvenire Logo

    Riportiamo l'intervento di Licio Palazzini pubblicato oggi su Avvenire sempre in merito al futuro del servizio civile in Italia.

     

  • Articolo da Redattore Sociale

    Il servizio civile e "l'affannosa ricerca" di risorse: governo pensa a un fondo annuo di 230 milioni

    RedattoreSocialeL'impegno di Spadafora nell'incontro con la Consulta nazionale per avviare 40 mila giovani l'anno. E la Cnesc ricorda i dati: nel 2019 confermati i 39 mila posti del bando (- 25% sul 2018), nel 2020 potrebbero arrivare a 35 mila. “Non tagliate le gambe al Servizio Civile Universale”

    di Francesco Spagnolo


    ROMA - “Non tagliate le gambe al Servizio Civile Universale”. È questo l’appello che la Cnesc (Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile), la principale associazione in Italia di rappresentanza degli enti di servizio civile, lancia dopo l’incontro avvenuto ieri a Roma della Consulta Nazionale con il Ministro delegato, on. Vincenzo Spadafora.

  • Articolo da Vita.it

    Servizio civile, gli enti: «Le priorità siano continuità e universalità»

    Licio Palazzini, presidente della Cnesc, replica all'intervista di Vita.it alla capa dell’Ufficio per il Servizio civile universale, Titti Postiglione, che aveva chiarito come difficilmente il Governo troverà i fondi per pareggiare la capienza di 300 milioni dell'anno scorso. «Significa 12mila posti in meno. L'importante ora è che si introducano le nuove norme nella programmazione triennale e si arrivi a settembre 2020 con il bando per i volontari», aggiunge Palazzini.

    Il primo a commentare le novità che Titti Postiglioni, capo dell’Ufficio per il Servizio civile universale, aveva raccontato in un'intervista a Vita.it è Licio Palazzini, presidente della Conferenza Nazionale degli Enti di Servizio Civile, che sempre sul nostro sito, aveva sottolineato i tre nodi su cui da mesi cercava una risposta dal sottosegratario con delega alle Pari opportunità e ai Giovani, Vincenzo Spadafora. Le tre voci erano: la programmazione triennale, la dotazione finanziaria e l’adeguamento del Dipartimento.

  • Articolo da Vita.it del 20 maggio

    Decreto Rilancio, per il servizio civile poche briciole

    vitadi Stefano Arduini

    Il Governo mette sul piatto appena 20 milioni di euro, all'interno di un provvedimento che mobilita 55 miliardi. Non basteranno a supportare nemmeno 4 mila "nuovi" volontari. Davvero troppo poco. Se il parlamento non interverrà vorrà dire che, al di là degli impegni, questa maggioranza non è in grado di fermare il declino del neonato servizio civile universale

  • Articolo da Vita.it del 24 maggio 2020

    Assistenti civici, i volontari trattati come ausiliari del traffico

    vitadi Stefano Arduini

    Il ministro Boccia e il presidente dell'Anci Decaro ritirino una proposta che è un obbrobrio. Facciano subito marcia indietro e si battano per rendere davvero universale il diritto dei nostri ragazzi a svolgere il servizio civile, così come previsto dalla riforma del Terzo settore. Lo facciano per la loro credibilità, per i nostri ragazzi e per il nostro Paese

  • Assemblea della Cnesc 13 dicembre 2019

    Benvenuto al CIPSI

    Mondo datiL’Assemblea della Cnesc ha messo a fuoco le sfide che i 30.000 giovani (il 35% del totale del bando) che hanno chiesto di fare servizio civile presso le organizzazioni socie pongono a tutti gli attori del sistema SCU.

    I contributi di tutti gli interlocutori che hanno partecipato hanno rilevato la grande risorsa potenziale che il servizio civile rappresenta per il nostro Paese, per la giustizia sociale e la solidarietà, radici della pace.

  • Audizione sulla legge di bilancio presso la Commissione Finanze del Senato

    Alleanza delle Cooperative evidenzia la necessità di aumentare le risorse per il Servizio Civile Universale

    AlleanzaCooperativeItalianeRoma, 11 novembre 2019 – “La legge di bilancio contiene misure sicuramente positive, a partire dalla sterilizzazione degli aumenti dell’Iva, dall’avvio della riduzione del cuneo fiscale a vantaggio dei lavoratori, dalla lotta all’evasione fiscale, dalla conferma degli incentivi del piano Impresa 4.0 e dagli interventi per il Mezzogiorno; ma si evidenziano anche alcune criticità, rappresentate dall’inserimento di interventi, come la plastic tax e la sugar tax, non inquadrati in una logica sistemica e, come tali, suscettibili di produrre effetti negativi, scaricando nuovi costi sulle imprese italiane”. Ad affermarlo è stato il Presidente dell’Alleanza delle Cooperative, Mauro Lusetti, anche a nome dei Copresidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone, nel corso dell’audizione sulla legge di bilancio presso la Commissione Finanze del Senato.
    Tra le proposte anche l’aumento delle risorse da destinare ai giovani per lo svolgimento del Servizio Civile universale.

  • Bando ordinario 2019

    Servizio civile, rivoluzione Spid: a settembre il bando per 40 mila posti

    Candidature possibili solo on line tramite identità digitale Spid, un motore di ricerca presenterà tutti i progetti fra cui scegliere. Scadenza a ottobre inoltrato. L'annuncio della direttrice dell'Ufficio per il servizio civile universarle, Titti Postiglione: “Scelta la strada della digitalizzazione”
    “Il nuovo Bando volontari del servizio civile universale (SCU) uscirà i primissimi giorni di settembre e per la prima volta la candidatura dei giovani avverrà in modalità interamente on-line”. L’annuncio arriva da Titti Postiglione, Direttrice dell’Ufficio per il Servizio Civile Universale del Dipartimento Politiche Giovanili e SCU, che poi aggiunge come la data sia nata anche da un confronto con la Rappresentanza dei volontari, gli Enti e le Regioni e Province Autonome. “Abbiamo deciso – spiega Postiglione a Redattore Sociale - di evitare l’uscita a fine agosto, come lo scorso anno, perché questo avrebbe creato delle oggettive difficoltà agli enti e ai giovani, contiamo comunque di far durare il bando più di 30 giorni, quindi con una scadenza ad ottobre inoltrato, così da dare più tempo per le candidature”.

  • Comunicato stampa - 19 novembre 2018

    Intestazione

    Legge di stabilità e Servizio Civile Universale

    Le comunicazioni che il sottosegretario Spadafora ha ritenuto di mettere a disposizione di tutti i soggetti interessati, con la loro pubblicazione sul sito del DGSCN, permettono di avere alcuni elementi di riferimento e di questo, almeno come organizzazioni e Rappresentanza dei volontari che sottoscrivono questa nota, gli siamo grati.
    Per approfondire la conoscenza della situazione e mettere a disposizione, soprattutto dei parlamentari impegnati nella sessione di bilancio, ulteriori elementi di valutazione, ci permettiamo di riprendere due punti.

  • Comunicato stampa - 2 gennaio 2019

    Intestazione

    Maxi-emendamento e Servizio Civile

    Con il maxi‐emendamento del Governo, sale a quasi 200 milioni la dotazione complessiva del fondo nazionale Servizio Civile a disposizione per l'anno 2019, con un aumento di 50 milioni rispetto alla previsione precedente l’emendamento. Una buona notizia.

    Ringraziamo degli sforzi il sottosegretario On. Spadafora e i parlamentari, inclusi quelli del Partito Democratico che alla Camera e al Senato avevano presentato emendamenti. In particolare un emendamento M5S prevedeva 94 milioni aggiuntivi.
    Rimangono tuttavia alcune preoccupazioni.

  • Comunicato stampa - 5 dicembre 2018

    Intestazione

    Giovani: un'Italia senza prospettive

    Il Paese, alla vigilia del passaggio in Aula di Montecitorio della legge di stabilità 2019, progetta il suo futuro, ma si dimentica dei giovani.
    I due emendamenti che erano stati presentati per stanziare maggiori fondi per il servizio civile universale sono stati respinti (emendamento a prima firmataria Francesca Bonomo, PD aumento di 252 milioni) o ritirati (emendamento a prima firmataria Marialuisa Faro, M5S, aumento di 97 milioni).

© 2013 CNESC - Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile